ILLUMINOTRONICA 2017: impossibile resisterle

L’edizione in programma quest’anno promette di essere una vera e propria festa dell’ innovazione tecnologica, con oltre 100 occasioni formative e informative, progetti speciali e un nuovo modo di mettere le aziende in comunicazione con il proprio target.

Sempre più in alto

La sesta edizione di Illuminotronica, che si terrà a Padova dal 12 al 14 ottobre, ha di fronte a sé innanzitutto una sfida con se stessa: dimostrare che si può crescere e fare meglio rispetto anche a una edizione, quella del 2016, che aveva già battuto ogni record.

Se si guarda però dentro al progetto Illuminotronica non è difficile scovare le ragioni di una crescita così lusinghiera (parliamo di +20% di aziende espositrici, + 15% di visitatori). Non smetteremo mai di sottolineare questo aspetto.

Il nostro successo è innanzitutto l’affermazione di un modello qualitativo che parte dai contenuti per affermarsi liberamente sul mercato.

Sappiamo bene che il nostro settore è sempre più presidiato da manifestazioni utili solamente a chi le organizza, cui spesso le aziende si sentono obbligate a partecipare per evitare perdite di fatturato.  È un sistema che capitalizza il presente ma che rischia di ipotecare il futuro del settore fieristico.

Assodel e Tecnoimprese puntano invece su un modello qualitativo e condiviso di manifestazione. Lo possiamo fare perché da oltre trenta anni conosciamo e a volte anticipiamo quello che pensano le aziende, le loro esigenze, le loro opportunità. Non si tratta di arte divinatoria, ma di una cultura associativa che non è burocrazia delle quote ma progetti utili.

Home and Urban Technologies

ILLUMINOTRONICA nasce quindi dall’intuizione che l’elettronica, pervasiva per sua natura, avrebbe rivoluzionato dapprima il comparto lighting grazie al LED, per poi, con lo sviluppo dell’IoT, ridefinire completamente le tecnologie al servizio del benessere e della sicurezza dell’individuo e della collettività (parliamo quindi di home e building automation, di sicurezza, di system integration, di gestione energetica ecc.).

Questo percorso ha un nome? Si riconosce in un mercato specifico? Noi amiamo definirlo come Home e Urban technologies. E proprio da qui possiamo partire per raccontare tutte le novità e le peculiarità della manifestazione padovana.

Tante novità in arrivo

Parlare di tecnologia non significa assolutamente smussare o diluire il messaggio verticale della manifestazione, ma creare un filo conduttore capace di trasferire poi le proposte degli espositori con maggiore forza ai visitatori professionali. È il mercato, in altre parole, che ha suggerito questo nuovo profilo.

Con le sue necessità di raggiungere i target, che per questo settore sono Installatori, tecnici e professionisti, progettisti, Buyers, Pubblica amministrazione, architetti e lighting designers.

Proprio per questo, anche visivamente, abbiamo deciso di organizzare due aree omogenee, una dedicata all’Illuminazione in tutte le sue declinazioni (ILLUMINO), con un particolare focus sullo smart lighting; una seconda (TRONICA) dedicata alla componentistica per i settori applicativi della luce, della sicurezza, della domotica.

E poi naturalmente HUT, ovvero l’integrazione delle tecnologie per il benessere, la sicurezza e il comfort della casa. Luce, domotica, sicurezza e soluzioni per il risparmio energetico per connettere la smart home alle reti intelligenti della smart city.

E come ogni matrimonio che si rispetti, ci sarà una nuova casa: un padiglione più grande, moderno e accogliente (il numero 5) che consentirà di ottimizzare il flusso dei visitatori e di organizzare al meglio le aree espositive.

Contenuti da 10 e lode

E fin qui l’aspetto espositivo. Una ambiziosa visione del mercato ha bisogno di contenuti all’altezza. E ILLUMINOTRONICA infatti prevederà oltre settanta occasioni di incontri, dibattiti, workshop, pillole intorno ai temi più caldi dell’integrazione tecnologica e della sua componentistica hardware e software. Ma non basta.

Formazione Protagonista, e non solo

A farla da protagonista sarà anche la FORMAZIONE. Sulla scia del successo della precedente edizione i tre giorni della fiera ospiteranno occasioni continue e non stop di aggiornamento professionale. Smart Pro, il percorso formativo di Tecnoimprese dedicato agli installatori e ai professionisti dell’integrazione farà tappa a Padova: sarà possibile in qualsiasi momento partecipare ai corsi per diventare un vero esperto di domotica. Ma le iniziative speciali non si fermano certo qui.

Promette di stupire ancora di più la nuova edizione della casa domotica, che tanto interesse ha raccolto anche grazie alla partecipazione dei più importanti brand del settore. E ancora più spazio avranno le startup, catalizzatori di ingegno che riescono a indicare con entusiasmo e impegno le linee di sviluppo delle tecnologie di cui parliamo nella nostra manifestazione.

Avremo modo nei prossimi mesi di focalizzare meglio tutte le possibilità e opportunità di Illuminotronica e a farvi capire ancora meglio perché… a lei non si può resistere. Ma abbiamo una certezza:

è il posto giusto dove conoscere, mostrare e fare proprie tutte le tecnologie più innovative e utili legate alla luce, alla domotica e alla sicurezza. Che cosa aspetti?